Se l’atomo fa esplodere l’ignoranza

di A. Zichichi

In Giappone è esplosa la violenza della Natura; in Italia e in buona parte del mondo occidentale sono invece esplose la violenza della disinformazione e quella dell’ignoranza.
Diciamo subito che finora di fuoco prodotto da esplosivo nucleare non c’è alcuna traccia. I fuochi che si sono visti in televisione a Fukushima sono tutti fuochi di natura elettromagnetica (come quelli delle nostre candele a olio o petrolio e dei nostri fiammiferi). Di fuoco nucleare: zero. Per quanto riguarda le emissioni di sostanze radioattive, sono state tenute sotto controllo essendo i reattori giapponesi ben protetti e non essendo stati commessi errori come quelli madornali che i tecnici (raccomandati politici) dell’Urss fecero nei primi tre giorni del disastro di Chernobyl. Ecco perché ciò che sta accadendo a Fukushima non ha alcun legame con Chernobyl. Ed è fuori discussione che si possano formare strutture nuvolose in grado di fare il giro del mondo come ai tempi di Chernobyl. (…continua a leggere su “Il Giornale”)

4 pensieri su “Se l’atomo fa esplodere l’ignoranza

  1. ah ah, la colpa era dei comunisti. per fortuna che in Giappone non c’erano.
    A parte gli scherzi. Nessuno ha paura di una nube che arrivi in USA o in altri stati. Pero’ una evacuare una zona di 20 km di raggio nei dintorni di Tokio non e’ un’ipotesi cosi remota. Speriamo non sia necessaria.

  2. bah, la parte terminale di questo articolo mi ha deluso: errore nella progettazione delle barriere…quando il mare si alza TUTTO di 5 metri…hai voglia a contenerlo! Mi sembra che l’intepretazione del “mai accadra’ a noi” altrettanto forzata. Mi piacerebbe che ci fosse una presa di coscenza del tipo “Mai dire mai”, soprattutto adesso. Perche’, come dice il guru Bruno, “manco riusciano a manutenere un inceneritore, mo vogliamo fare le centrali?” La mia critica e’ sulla capacita’ sia tecnica che morale di eventuali appaltatori di opere di questo genere.
    Ve la ricordate la storiella su come si riempie un bicchiere con sassi, sabbia ed acqua? Prima si ricolma di sassi, poi si scuote, riempiendolo di sabbia. per ultimo si versa acqua quanto basta. Questa e’ una metafora della vita: prima le cose importanti e solide, via via le cose piu’ fluide e leggere. Con l’ordine interiore si riesce a spremere il massimo nella vita, altrimenti alcune cose importanti rimarranno fuori. In questo preciso momento, in Italia, non si sa ne quale sia l’ordine delle cose da fare e soprattuto non si vogliono sapere quali siano le suddette cose. Perche’? Perche’ siamo convinti di essere il meglio che l’essere umano possa offrire.

  3. ..29 marzo 2011. fuoriuscita di plutonio in mare accertata..
    caro prof. Zichichi lei ora ci deve delle spiegazioni. lei ha il dovere morale di spiegare agli “ignoranti” cosa sta accadendo a Fukushima, se avrà la voglia di andare di persona a verificare lo stato della situazione. lei è un uomo di scienza e come tale s’è arrogato il diritto di parlare anche a nome della verità. verità scientifica chiaramente. aspettiamo le sue valutazioni. intanto noi italiani voteremo no al nucleare perchè a volte gli ignoranti sono più intelligenti degli scienziati..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.