Rubbia mette le ali a Icarus

Lo scienziato punta a scoprire nuovi elementi nella materia oscura

È stato il premio nobel per la fisica Carlo Rubbia ad inaugurare, ieri nei laboratori Infn del Gran Sasso, l’esperimento «Icarus». Scopo dell’esperimento, ideato dallo stesso Rubbia, è l’approfondimento delle conoscenze relative ai neutrini, particelle di cui è ricchissimo l’universo ma di cui ancora si sa troppo poco.

I fasci di neutrini artificiali prodotti al Cern di Ginevra, in Svizzera, saranno raccolti due contenitori di argon liquido lunghi 20 metri, larghi e alti tre metri: grazie alle informazioni raccolte gli scienziati potranno studiare le relazioni esistente tra queste micro particelle e l’universo.

«L’esperimento serve proprio a questo: per conoscere l’universo, di cui si pensa si conosca solo il 5% – ha spiegato Rubbia – Si pensa che i neutrini siano responsabili dell’esistenza della materia oscura, ed è una scoperta di proporzioni gigantesche, se si considera che la materia oscura, che ha “smascherato” la materia adronica di cui siamo fatti, non è la forma principale dell’universo. Gli scienziati continueranno a occuparsi dell’universo e del cosmo – ha aggiunto – perché è nelle profondità di questi che si nascondono le risposte che cerchiamo».

La presenza di Rubbia nei laboratori ha permesso di fare il punto anche sul personale precario che vi opera: almeno la metà dei ricercatori impegnati nel progetto Icarus è precario e sempre a causa di mancanza di fondi è stata disattivata, nei mesi scorsi e non dopo il tragico evento dell’aprile 2009, un’antenna sismica situata nei laboratori del Gran Sasso per lo studio dei micro terremoti. Il progetto di questa antenna, collegata a 20 stazioni, è stato portato avanti sin dal 2001 dai ricercatori Costantino Fischione e Fabrizio Tronca. Lo studio dei cosiddetti «terremoti lenti» e i microsismi era finalizzato a una conoscenza maggiore dei terremoti più grandi. G.Ales.

Fonte: Il Tempo

Un pensiero su “Rubbia mette le ali a Icarus

  1. Stamane a RaiNews24 hanno trasmesso una breve intervista in cui Rubbia invita Veronesi ad andare in Giappone a rendersi conto di quali possane essere i rischi del nucleare. Mi farebbe piacere sapere se Veronesi è disposto a raccogliere l’invito!
    C.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.