Il futuro dei giapponesi

di Giulia Bianconi, 7 aprile 2011

Ce li immaginiamo senza casa, distrutta dal terremoto, senza i loro cari vicino, portati via dalle acque dello tsunami, e con la paura del rischio radioattivo. Nella loro dignitosa compostezza così immaginiamo i giapponesi di oggi, sopraffatti dagli eventi, eppure sempre laboriosi e pazienti. Ogni giorno i bollettini meteorologici ci informano della complicata situazione di Fukushima, la città giapponese nella quale la centrale nucleare tuttora continua a disperdere scorie radioattive nell’aria. E proprio in questi giorni le notizie ci avvertono dello sversamento di acque contaminate nel mare giaponese, con concentrazioni di radiazioni milioni di volte superiori ai limiti di tolleranza. A volte questo disastro ambientale e umano viene paragonato a Chernobyl, e si azzardano delle previsioni su quello che sarà il futuro del paese. Quali rischi per la salute devono aspettarsi i giapponesi a causa del disastro nucleare? Fra quanti anni potranno tirare un sospiro di sollievo e pensare di essere al sicuro? Lo abbiamo chiesto a Fabrizio Bianchi, responsabile dell’Unità di ricerca di epidemiologia ambientale dell’Istituto di Fisiologia Clinica del CNR di Pisa. (…continua a leggere su zanichelli.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.