Benvenuti nell’era di LHC

Questa notte il Large Hadron Collider del CERN ha battuto il record assoluto di luminosità di un collisore a protoni, raggiungendo 4.67 * 1032cm-2s-1, un valore quindi ben superiore al precedente record, di 4.024 * 1032cm-2s-1, raggiunto dal Tevatron di FermiLab (Batavia, Illinois) l’anno scorso, poco prima dello stop definitivo. E’ questo l’autentico passaggio del testimone tra la gloriosa macchina americana e la nuova impresa – praticamente globale – dell’LHC. Assisteremo, da oggi, a nuovi record, di luminosità istantanea e di luminosità integrata, e – in un prossimo futuro, dopo il lungo stop del 2013 – di energia, ma questo sorpasso ha indubbiamente un grande significato simbolico.

E se il Direttore Generale, Rolf Heuer, ha pragmaticamente sottolineato che maggiore luminosità significa più dati e maggiori possibilità di scoperta, il “nostro” Sergio Bertolucci, vice Direttore Generale, non ha esitato ad ammettere il clima di eccitazione e di percepire l’atmosfera di importanti scoperte appena dietro l’angolo.

Fonte: CERN

Un pensiero su “Benvenuti nell’era di LHC

  1. Pingback: Ecco l’Higgs, anzi no « Io Non Faccio Niente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.