“Trovata la particella di Dio” In rete gli esperti si scatenano

Un memo riservato del Cern appare sul blog di un matematico della Columbia University e parte il tam-tam. Nell’acceleratore di particelle di Ginevra, l’Lhc, sarebbe stato captato l’elusivo bosone di Higgs. Ma molti scienziati sono scettici e invitano alla cautela

di ALESSIA MANFREDI

"Trovata la particella di Dio" In rete gli esperti si scatenano

La traccia simulata prodotta dal bosone di Higgs

La notizia, se confermata, sconvolgerebbe il mondo della fisica nucleare. Infatti, blogger ed esperti del campo sono in fibrillazione per la pubblicazione di un memo riservato, apparso sul blog di un matematico della Columbia University, Peter Woit, secondo cui l’elusivo e ricercatissimo bosone di Higgs, detto anche “particella di Dio”, potrebbe essere stato intercettato dal Large Hadron Collider (LHC) di Ginevra … (continua a leggere su Repubblica.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.