Cervelli di bolina

Per Patrizio Roversi, noto volto televisivo, e velista giramondo, non è un caso che molti fisici siano anche ottimi velisti: «La barca a vela è un mezzo speciale per capire e applicare le leggi la fisica, basta pensare che la nostra Adriatica, 22 metri di lunghezza, scafo in acciaio dal peso di 50 tonnellate, è in grado di galleggiare nell’ acqua. Poi naviga contro il vento, cioè di bolina; il GPS poi, lo strumento di bordo che misura longitudine e latitudine, ti dice esattamente in quale punto del globo stai navigando. Questi sono solo pochi elementari esempi di come la barca può diventare un laboratorio itinerante in grado di fare dimostrazioni pratiche di formule astratte» … (continua a leggere su Repubblica.it)

Vedi anche: INFN: riparte “Fisica in barca”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.