Dall’Infn di Pisa allo spazio Sullo Shuttle un cuore italiano

A bordo ci sarà Ams un apparecchio che andrà a caccia di nuclei di antimateria, cioè reperti dell’origine dell’universo

di LAURA MONTANARI

Dall'Infn di Pisa allo spazio Sullo Shuttle un cuore italiano

PISA – A vedere le immagini in diretta da Cape Canaveral del decollo dello Shuttle Endeavour, in una delle stanze dell’Istituto nazionale di Fisica nucleare di Pisa ci saranno anche loro, gli scienziati italiani che hanno costruito il cuore di Ams una sofisticata apparecchiatura che andrà a caccia di nuclei di antimateria e di materia oscura nello spazio. Per costruire una delle sue parti più importanti, hanno lavorato negli ultimi anni un centinaio di ricercatori fra Milano, Bologna, Pisa, Perugia e Roma.

Il professor Franco Cervelli, fisico dell’Infn e docente di Macchine acceleratrici all’università di Pisa è il responsabile del calorimetro, cioè una delle componenti di Ams, una sorta di piombo trasparente, quella a cui sarà affidato il compito di misurare l’energia delle particelle e «distinguerne la famiglia»… (continua a leggere su Repubblica.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.