L’attimo renitente

Mi rieccheggia ancora la frase
“I ricercatori hanno l’obbligo di andarsene…
arsene…sene…ene…”

Oramai non dormo la notte,
per questa allucinazione.

Questa e’ diventata forte,
forte come i morsi della fame.

Eppur piu’ morde, questa fame,
piu’ mordo il freno.

E piu’ ancor il pensier corre
verso colui cui
l’andare non va.

Verso chi, sotto le bombe
allo scoperto rimane.

Verso chi, mentre tutto sfugge
comunque stringe le mani.

Perche’ non vanno?
L’ho capito ieri.

Guardavo la mia faccia
riflessa
negli occhi di mia moglie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.