Ricerca, l’Adi contro il decreto sull’abilitazione scientifica nazionale

L’Adi, l’associazione che riunisce i dottori di ricerca e i dottorandi italiani, ha partecipato all’audizione della Commissione Istruzione del Senato sul decreto attuativo dell’abilitazione scientifica nazionale previsto dalla legge 240/2010, la cosiddetta riforma Gelmini.

Durante l’audizione i rappresentanti dell’associazione hanno ribadito il giudizio profondamente negativo sulla legge e ha evidenziato numerosi problemi legati al decreto per l’abilitazione scientifica nazionale. L’abilitazione nazionale è il “filtro” previsto dal ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca per la progressione nella carriera accademica: “Si tratta di un procedimento titanico – dicono i ricercatori – che prevede una burocrazia lunghissima e rischia di bloccare le università e la ricerca. Per di più penalizza fortemente i ricercatori”… (continua a leggere su universita.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.