La formula che scova il nepotismo nelle università italiane

Ricercatore (in fuga) calcola i cognomi identici tra i prof.
Ecco la formula anti-nepotismo all'Università
Ecco la formula anti-nepotismo all’Università

ROMA – Marie Curie vinse il Nobel insieme al marito Pierre, e qualche anno dopo lo stesso premio andò alla loro figlia Irene, sempre con il consorte. In famiglia il talento era di casa. Non sempre accade lo stesso dietro quei cognomi che, a scorrere la rubrica telefonica delle università italiane, si ripetono pagina dopo pagina. «Measuring Nepotism: the Case of Italian Academia» è il titolo della ricerca di Stefano Allesina, cervello in fuga che da Carpi è volato a Chicago, dove si occupa di modelli matematici applicati all’ecologia. Misurare il nepotismo, calcolare il peso dei baroni. D’accordo, ma come?… (continua a leggere su corriere.it)

Un pensiero su “La formula che scova il nepotismo nelle università italiane

  1. Ho letto l’articolo e posso dire che non è così che si scoprono le baronie universitarie. Studio in una facoltà dove molti professori sono imparentati tra loro e non necessariamente portano lo stesso cognome.Ci sono cognati, nipoti, mogli,figli di ex presidi che nessuno ricorda più, inoltre quando si presenta il problema dell’omonimia in genere si opta per un altro dipartimento. A dimostrazione di ciò che dico, ricordo che fino a 2 anni fa una prof.ssa cognata di un’altra nella stessa facoltà, con la quale condivideva lo stesso cognome, magicamente ha smesso di utilizzare il doppio cognome. Quindi non è così che si scoprono i nepotismi o per meglio dire: l’aspetto tragigo di questa piaga è che gli studenti lo sanno benissimo chi sono i “baroni” ma sono portati a giustificare questa cosa, adducendo come pretesto il fatto che comunque sono preparati. Altra faccenda pietosa è la vendita da parte dei docenti dei loro libri agli studenti, libri che altrimenti rimarrebbero invenduti per l’eternità. Credo che l’univesrità italiana sia solo un grande bluff.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.