Veronesi lascia l’Agenzia nucleare italiana “Non voglio occuparmi solo di scorie”

Oltre all’esito della tornata referendaria che ha sancito il no all’atomo, dietro le dimissioni dell’oncologo c’è il mancato decollo dell’ente. Dopo un anno non aveva né una sede né un team di ricercatori

Se la nomina ai vertici dell’Agenzia italiana per la sicurezza nucleare di Umberto Veronesi doveva rappresentare il primo segnale del “rinascimento nucleare italiano” (copyright Enel), ora c’è da chiedersi quale sia il significato delle sue dimissioni. Soprattutto dopo i referendum di giugno, quando 27 milioni di italiani hanno detto “no grazie” alla riapertura degli impianti atomici. “Una reazione emotiva”, aveva commentato dispiaciuto l’ex ministro della Sanità… (continua a leggere su Il Fatto Quotidiano)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.