Stop al centro protonico: costa troppo

L’idea di un centro protonico per la cura dei tumori all’interno del nuovo ospedale di Mestre nasce nel 2007 da un’intuizione dell’allora presidente della Regione Veneto, Giancarlo Galan, e del direttore dell’Ulss 12, Antonio Padoan. I due, in quei mesi, si preparavano a inaugurare il monumentale ospedale dell’Angelo, i cui costi erano sfuggiti di mano: 241 milioni a fronte dei 220 preventivati.

La Corte dei conti è critica sull’investimento: «Gli oneri finanziari del bilancio regionale sono schizzati da 0,9 milioni del 2007 ai 17,6 del 2009». A quel tempo, però, tutti plaudivano al project financing voluto dal governatore e al consorzio di imprese (Mantovani, Gemmo, Cofathec Progetti, Aps Sinergia, Mattioli e Studio Altieri) che aveva realizzato il progetto. Fino al 2031 la Ulss 12, tra le più indebitate della Regione, dovrà pagare un canone di 40 milioni annui alla società concessionaria… (continua a leggere su Il Sole 24 Ore)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.