Un altro italiano a capo di un esperimento LHC

Fonte: LHC Italia

Simone Giani è stato nominato a capo di TOTEM ed entrerà in carica a partire da oggi, 1° novembre. Salgono così a quota 5, su 6, gli spokesperson italiani degli esperimenti di LHC. Classe ’64, nato a Firenze, Giani lavora al CERN dagli inizi della sua carriera, ricoprendo ruoli di coordinamento all’interno delle collaborazioni di vari esperimenti, tra cui RD44, CMS, HARP e lo stesso TOTEM, di cui ha coordinato l’analisi dei primi risultati pubblicati nel 2011. TOTEM è l’esperimento dedicato alla misura della sezione d’urto negli scontri tra protoni e questi primi risultati sono di interesse perché, tra le altre cose, descrivono il comportamento del protone nello scattering, e forniscono la sezione d’urto totale e le sezioni d’urto elastica e inelastica in scontri tra protoni a 7 TeV di energia. La scorsa settimana LHC ha funzionato per alcuni giorni in condizioni favorevoli per TOTEM. L’esperimento così ha potuto raccogliere il grosso dei dati, nella cui analisi i ricercatori della collaborazione saranno impegnati per i prossimi sei mesi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.