Voti alla ricerca, primi segnali di meritocrazia

Con la registrazione del decreto del ministro da parte della Corte dei conti (28 ottobre 2011) e l’approvazione del bando da parte del Consiglio Direttivo dell’Anvur (3 novembre 2011) prende avvio uno dei più significativi esercizi di valutazione ex post della ricerca mai tentati nel mondo.

La valutazione della qualità della ricerca (Vqr) 2004-2010 prevede la valutazione e classificazione in fasce di merito di oltre 200mila prodotti di ricerca scelti tra quelli pubblicati dai docenti e ricercatori delle università e dal personale degli enti di ricerca vigilati dal Miur. La valutazione sarà affidata a 14 gruppi di esperti della valutazione (Gev), composti da 450 esperti e presieduti da ricercatori eccellenti nominati dall’Anvur, che opereranno nelle diverse aree di ricerca utilizzando l’ausilio di esperti esterni (peer review) e di indicatori bibliometrici nelle aree dove il loro uso è consolidato e affidabile… (continua a leggere su Il Sole 24 Ore)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.