Il costo dei cervelli in fuga, l’Italia perde ogni anno 1 miliardo

Riportarli a lavorare in Italia sarebbe un buon affare, oltre che un buon segnale. I “cervelli in fuga”, l’esercito degli scienziati italiani “riparati” all’estero fa perdere al Pil nazionale circa 1 miliardo di euro ogni anno. Sono i dati presentati dalla Fondazione Lilly sulla base di uno studio dell’Istituto per la Competitività (I-Com) che ha fatto il bilancio di quanto generato, in termini di ricchezza, dai 243 brevetti che i nostri migliori 50 cervelli hanno registrato all’estero. Una perdita – anche in termini di innovazione – che in tempi di crisi brucia ancora di più… (continua a leggere su Il Sole 24 Ore)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.