VQR: Gli errori della formula ammazza-atenei dell’ANVUR

E qualche sede dovrà essere chiusa” annuncia il coordinatore del VQR, ma la formula per dare la pagella agli atenei scricchiola. Non si può dividere per zero e, nel caso di uno “sciopero del VQR”, la formula premierebbe gli atenei che rifiutano di collaborare e punirebbe chi ha fatto diligentemente i compiti. Esiti paradossali,

frutto di disattenzione, ma anche dell’ossessione punitiva di voler usare voti negativi che instaurano meccanismi di punizione collettiva. Un ossessione che è frutto di anni di campagne di stampa contro l’università e la ricerca italiane. Al punto che persino il coordinatore del VQR ha una percezione distorta della qualità della produzione scientifica italiana. Infatti, ritiene assodata la sua mediocrità rispetto a quella mondiale. Ma basta un rapido sguardo alle statistiche bibliometriche di Scopus per vedere che la quasi totalità degli atenei statali italiani ha un “impatto normalizzato” superiore alla media mondiale… (continua a leggere su roars.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.