Daya Bay conferma un valore theta-13 grande

Dopo le indicazioni di T2K e Minos, e naturalmente quelle di Double Chooz, anche l’esperimento di Daya Bay conferma che il valore dell’angolo di mixing dei neutrini theta-13 sarebbe grande, con maggiore significativà statistica. La conseguenza di un valore non nullo per theta-13 è quella di stabilire che nessuno dei tre angoli di mixing è nullo, ovvero che c’è massima libertà di trasformazione tra un tipo di neutrino e l’altro (il fenomeno dell’oscillazione).

Non solo, il fatto che il valore sia significativamente diverso da zero, apre la strada alla misura di violazione di CP, ovvero a cercare le differenze tra le oscillazioni dei neutrini e le oscillazioni degli anti-neutrini.

The copious data revealed for the first time the strong signal of the effect that the scientists were searching for, a so called “mixing angle” named theta one-three (written θ13), which the researchers measured with unmatched precision. Theta one-three, the last mixing angle to be precisely measured, expresses how electron neutrinos and their antineutrino counterparts mix and change into the other flavors. The Daya Bay collaboration’s first results indicate that sin2 2 θ13, is equal to 0.092 plus or minus 0.017.

“This is a new type of neutrino oscillation, and it is surprisingly large,” says Yifang Wang of China’s Institute of High Energy Physics (IHEP), co-spokesperson and Chinese project manager of the Daya Bay experiment. “Our precise measurement will complete the understanding of the neutrino oscillation and pave the way for the future understanding of matter-antimatter asymmetry in the universe.”

L’esperimento conta il numero di anti-neutrini elettronici nei rivelatori “vicini”, posti in prossimità dei reattori nucleari di Daya Bay e Ling Ao, calcula quanti di questi dovrebbero raggiungere il rivelatore “lontano” nell’ipotesi dell’assenza di oscillazione e confronta questa predizione con i conteggi effettivamente trovati nel rivelatore “lontano”.

Materiale:
  • Comunicato stampa completo di Daya Bay reactor experiment su interactions.org.
  • Pre-print dell’articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.