Gli ultimi neutrini trasformisti

Cambiano identità anche neutrini ed anti-neutrini elettronici

Particolare del rivelatore di Daya Bay che ha catturtoa le tracce dei neutrini elettronici (fonte: Roy Kaltschmidt, Lawrence Berkeley National Laboratory)
Particolare del rivelatore di Daya Bay che ha catturato le tracce dei neutrini elettronici (fonte: Roy Kaltschmidt, Lawrence Berkeley National Laboratory)

Anche l’ultimo dei tre tipi di neutrini noti ha dimostrato di condividere il ”vizio di famiglia” che li porta a trasformarsi nei suoi simili. Per la prima volta, infatti, si e’ osservato che i neutrini elettronici e i loro corrispettivi nell’antimateria, ossia gli anti-neutrini elettronici, hanno la capacita’ di trasformarsi, in un tempo rapidissimo, in uno degli altri tipi di neutrini noti, chiamati muoni e tau… (continua a leggere su ANSA.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.