Il neutrino non ha scorciatoie

Intervista al direttore scientifico del Cern

di Emanuela Gialli

Il progetto di Carlo Rubbia al Gran Sasso, “Icarus”, ha misurato la velocità del neutrino e si è visto che in effetti non supera quella della luce. Un’altra sconfitta per il team di Opera, che per primo si era auto-inflitta un mese fa ripetendo la misurazione e accorgendosi che una strumentazione non aveva funzionato in modo corretto. Altri quattro test attendono ora di dare la risposta definitiva sulla “questione neutrino”: dovrebbe arrivare entro maggio. E se dovesse finire in parità, cioè tre misure a favore e tre contro? Intervista al direttore scientifico del Cern di Ginevra, Sergio Bertolucci… (continua a leggere su Televideo RAI)

2 pensieri su “Il neutrino non ha scorciatoie

  1. Opera che sbaglia la misura subisce una sconfitta, ma poi quando trova l’errore della misura non e’ una vittoria ma una sconfitta auto inflitta. Questa non ha capito nulla.

    • Beh, certo, anche leggere i risultati della ricerca sulla fisica delle particelle in termini di “vittoria” e “sconfitta” non è male. Un po’ come tutti gli articoli in cui i neutrini vengono “lanciati al di là della velocità della luce”… 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.