VQR 2004-2010, valutazione dell’ente e delusione personale

Oggi ho finalmente trovato il tempo di cercare i file PDF mancanti dei 6 miei prodotti, attribuitimi dall’INFN per la VQR 2004-2010, e ho inserito i PACS number, come richiesto dalla procedura.

Ci ho messo relativamente poco tempo, ma non nascondo la delusione per il fatto che tra le non poche pubblicazioni di cui sono stato coautore o autore in quei 7 anni, il software dei gruppi di lavoro abbia scelto – a maggior gloria dell’Ente – 6 pubblicazioni che certamente non verranno giudicate eccellenti, anzi che molto probabilmente si collocheranno nell’angolo in basso a destra nel “quadrato magico” (basso impact factor e poche citazioni).

Un retrogusto amaro, che ho potuto vincere solo sapendo che se le pubblicazioni fossero state troppo poche, o se io avessi “rinnegato” questi miei 6 prodotti non certificando, avrei causato un danno all’INFN con un punteggio -0.5*6=-3.

Pur comprendendo la scelta di colleghi del CNR, che hanno scelto di auto-sospendersi dalla procedura di valutazione per protestare contro le violazioni alla Carta Europea dei Ricercatori e la mancanza delle forme anche minime di partecipazione e democrazia, nonché di trasparenza, non sento l’INFN come “contro-parte”, anche perché il Presidente ha più volte affermato – anche ieri in presenza del Presidente ANVUR e del ministro Profumo – che questi 6 prodotti, rappresentazione infedele e certamente molto riduttiva della mia attività scientifica, non verranno mai usati per la valutazione individuale.

Del resto, la riflessione che ho fatto è che le regole per la VQR 2004-2010 non solo non sono le migliori per valutare la ricerca, ma sicuramente non sono le più adatte a valutare gli Enti di Ricerca assieme alle Università, di certo poi penalizzano comunità come quella di alte energie, in cui grandi collaborazioni internazionali devono progettare, costruire e far funzionare apparati complessi e giganteschi, e aspettare magari molti anni per produrre le loro pubblicazioni. In cifre, il valore medio del numero di autori delle mie pubblicazioni nel periodo di 7 anni è 55, per cui era abbastanza naturale aspettarsi che le mie pubblicazioni migliori potessero essere attribuite a qualche altro co-autore.

Ciò detto, mi aspetto però che la valutazione individuale cui prima o poi sarò sottoposto dal mio Ente sia chiara negli obiettivi, che sia corretta nella metodologia (magari utilizzando la vasta esperienza internazionale in materia), e che venga implementata con il massimo di trasparenza e partecipazione dei ricercatori e tecnologi.

3 pensieri su “VQR 2004-2010, valutazione dell’ente e delusione personale

  1. Caro Paolo,

    condivido la stessa situazione e gli stessi sentimenti …

    Parafrasando una battuta di un vecchio film:

    L’INFN può’ essere fiero del senso di abnegazione di noi ricercatori, ma noi possiamo essere fieri dell’INFN ????

  2. Anch’io, da Universitario con incarico ho avuto la “bella sorpresa” di tre proceedings di livello D a fronte di oltre 50 pubblicazioni ISI. Che dire? Se ottimizzazione c’è stata, non bisogna certo fare troppo gli schizzinosi. E pero’, l’assoluta mancanza di dati su cui verificare che ottimizzazione è stata effettivamente fatta, e che ci sia una corretta distribuzione anche territoriale (fra le varie Università) dei punteggi relativi ai papers assegnati a ciascuno non è certo un titolo di merito per l’Ente. Sarà una deformazione professionale, ma io al principio di autortà credo poco, e avrei prefeirto poter consultare dei dati concreti: possibile che sia tanto complesso preparare 10 slides per mostrare i criteri e i risultati dell’algoritmo e allegarle al messaggio che ci invita (entro pochissimi giorni…) a validare le scelte dell’Ente ????

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.