Ecco le prime vittime, anche se di riordino degli enti di ricerca in agricoltura si parlava (purtroppo) da tempo

OggiScienza

CRONACA – Per la riorganizzazione degli enti di ricerca, il futuro è molto più prossimo di quanto alcune dichiarazioni raccolte in ambienti ministeriali e lo stesso comunicato stampa sul decreto per la spending review lasciassero intendere.

In un proprio comunicato, infatti, il ministro dell’agricoltura Mario Catania annuncia la soppressione dell’Inran, (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione), le cui funzioni saranno svolte principalmente dal Consiglio per la ricerca e sperimentazione in agricoltura. Le competenze nel settore delle sementi elette saranno invece trasferite all’Ente nazionale risi.
Niente da fare dunque per l’unico istituto italiano che si occupa di ricerca indipendente sui temi della nutrizione e che ha redatto le linee guida per la corretta alimentazione.

Grossa riorganizzazione anche per Agea, l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura che si occupa della distribuzione dei fondi della Politica agricola comune. Le funzioni di coordinamento relative al finanziamento della Pac…

View original post 101 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.