Ricerca, la decrescita infelice: osannati e tagliati

Ricerca, la decrescita infelice: osannati e tagliati

[ 10 luglio 2012 ]

Pietro Greco

I trecento ricercatori dell’Istituto Nazionale di Ricerca sugli Alimenti e la Nutrizione (Inran) sono saliti addirittura sui tetti, perché il loro Ente Pubblica di Ricerca, vigilato dal Ministero dell’Agricoltura, è stato semplicemente soppresso dal cosiddetto decreto di “spending review” varato la settimana scorsa dal governo. E se il destino professionale dei singoli ricercatori Inran è indeterminato, quella della loro attività – lo studio scientifico sistematico sulla sicurezza degli alimenti e la corretta nutrizione – sembra essere tramontato.

La domanda che i ricercatori dell’ Inran si pongono è se il paese possa consentirsi di «perdere il treno dell’Europa cancellando gli investimenti per la prevenzione delle malattie croniche mediante una sana alimentazione»… (continua a leggere su green report)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.