L’eco del Big Bang rivela i movimenti delle galassie

Dimostrato un fenomeno previsto 40 anni fa

L’eco del Big Bang rivela il movimento degli ammassi di galassie. Il fenomeno, previsto 40 anni fa, è stato osservato soltanto adesso, grazie ad una ricerca internazionale pubblicata sulla rivista Physical Review Letterse alla quale l’Italia ha partecipato con l’università di Roma Sapienza. Per la prima volta è stata confermata quindi sperimentalmente la distorsione della radiazione di fondo cosmico prodotta al momento della nascita dell’universo per effetto del movimento degli ammassi di galassie.

I ricercatori, fra i quali l’italiano Elia Battistelli, del Dipartimento di Fisica della Sapienza, hanno verificato l’effetto chiamato kSZ (acronimo diSunyaev Zel’dovich Cinematico), che consiste nella distorsione della radiazione cosmica di fondo cosmico (ossia l’ecoelettromagnetico del Big Bang, che riempie lo spazio in ogni direzione) da parte degli ammassi di galassie, gli oggetti più grandi dell’universo… (continua su ANSA)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.