Lo Bello (Confindustria), bene proposta Profumo su dottorato

Roma, 1 ott. (Labitalia) – “Ogni anno in Italia i ricercatori che entrano in un ciclo di dottorato sono mediamente 12.000. Di loro soltanto 1 ricercatore su 4 verrà assorbito nelle carriere accademiche, mentre si disperdono le competenze e le conoscenze dei rimanenti 3 su 4. La proposta del ministro Profumo di allargare i dottorati agli enti di ricerca e alle imprese erenderli più internazionali è assolutamente condivisibile“. Così Ivan Lo Bello, vicepresidente Confindustria per l’Education, commenta con Labitalia la proposta del ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Francesco Profumo, sui dottorati di ricerca.

In tutto il mondo -ricorda Lo Bello- le aziende assumono giovani che escono dalle università con tre distinti livelli di formazione: bachelor (l’equivalente della nostra laurea breve), master (laurea magistrale) e PhD (dottorato). La proposta di Profumo rende il nostro Paese in linea con le migliori esperienze internazionali e costruisce per i giovani un’occasione per avere sbocchi occupazionali internazionali e di alto profilo“.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.