I ricercatori esodati dell’INRAN

Ieri mattina una delegazione dei lavoratori dell`Istituto Nazionale di Ricerca sugli Alimenti e la Nutrizione, che da mesi sono senza stipendio, hanno manifestato in piazza Montecitorio per protestare contro il taglio dei fondi ai progetti di ricerca sull`alimentazione. Ecco il video:

Alcuni lanci di agenzia:

(AGENPARL) – Roma, 16 ott – “Rammarica dover constatare che il disagio dei dipendenti ex INRAN continua a non trovare ascolto. Nelle more della definizione attuativa del passaggio di responsabilità, compiti e risorse ai nuovi soggetti che subentreranno all’ente pubblico di ricerca, soppresso a luglio con il decreto sulla spending review, c’è solo un fatto certo: i lavoratori dell’INRAN sono ancora senza stipendio!.” Così in una nota il segretario del PD Roma, Marco Miccoli, e la responsabile del Dipartimento Università e Ricerca, Lucia Zabatta, che hanno portato oggi la solidarietà del Partito Democratico cittadino ai lavoratori in presidio presso Piazza Montecitorio. “Il Governo intervenga subito e ponga fine a questa situazione inaccettabile e imbarazzante. Passi la non chiarezza della norma scritta a luglio, che ha causato questi guai, sbagliare è umano. Evitiamo di perseverare nell’errore, però.”

(ASCA) – Roma, 16 ott – ”Al ministro Catania chiediamo di intervenire con rapidita’ per trovare una soluzione alla vicenda dei ricercatori dell’Inran, l’istituto nazionale di ricerca sugli alimenti che da mesi si trovano senza stipendio a causa della spending review e dei ritardi del governo”. Cosi’ il capogruppo democratico nella commissione Agricoltura della Camera, Nicodemo Oliverio si appella all’esecutivo nella giornata mondiale sull’alimentazione. ”Non servono altre parole, ne sono state dette fin troppe, servono atti concreti -ha detto- per salvaguardare un’importante componente della nostra ricerca, quella che ci permette di sapere cosa mangiano e che garantisce le specificita’ dei nostri alimenti, e quindi delle nostre esportazioni, nei mercati internazionali e che li protegge dalle frodi alimentari”. com-min

“Questa mattina, i ricercatori dell’Inran, Istituto nazionale di ricerca sugli alimenti e la nutrizione, hanno manifestato davanti a Montecitorio. Siamo scesi in piazza con loro per testimoniare solidarietà e attenzione alla loro vicenda. L’ente in questione risulta essere l’unico soppresso dalla manovra di spending review. I ricercatori hanno percepito l’ultimo stipendio al mese di agosto, senza avere più alcuna comunicazione al riguardo” lo ha detto in Aula, Fabio Evangelisti, vicepresidente vicario del gruppo IDV alla Camera. “L’ente in questione dovrebbe essere accorpato al Crsa,  Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura, ma ad oggi non risulta essere stato fatto nulla, tanto che i ricercatori dell’Inran non possono fare attività di ricerca, né acquistare materiale, né andare in missione, né partecipare a eventuali bandi indetti dalla Ue. Insomma, la loro attività di ricerca, dalla quale dipende la conoscenza di quello che arriva sulla tavola degli italiani, è bloccata” ha spiegato Evangelisti. “Come gruppo di Italia dei Valori abbiamo presentato un’interrogazione sulla vicenda dei lavoratori dell’Inran. Chiediamo al governo di rispondere al più presto al nostro atto di sindacato ispettivo, chiarendo tutti gli aspetti dell’accorpamento e dando garanzia di un futuro a questi lavoratori e alle loro famiglie” ha concluso il vicepresidente vicario del gruppo IDV alla Camera.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.