Pubblico impiego: continua la perdita di potere di acquisto

Lo stipendio dei pubblici impiegati, di fatto, sta diminuendo, per effetto del blocco degli aumenti contrattuali introdotta dalle ultime manovre finanziarie (a partire dal D.L. 78/2010). Secondo il Rapporto semestrale ARAN n.1/2012, infatti, nel periodo 2005-2011 gli stipendi nel settore pubblico sono cresciuti del 10,4% a fronte di una crescita dell’indice ISTAT dei prezzi pari al 14,9% e una crescita della retribuzione, nel settore privato, del 16%.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.