L’Italia e gli scienziati (de L’Aquila e de l’Ilva)

“Due storie importanti, di un’Italia che sta letteralmente sanguinando. Tutte e due ruotano intorno alla responsabilità civile degli scienziati e all’importanza di comunicare al di fuori della stratta comunità scientifica i dati della ricecra. Tutte e due sono un esempio da tenere a mente, che ci deve far pensare.”

OggiScienza

POLITICA – Due cose sono  accadute ieri: è stata emessa la sentenza a carico dei membri della (allora) Commissione Grandi Rischi sui fatti relativi al terremoto de L’Aquila del 2009 e sono stati resi pubblici i dati raccolti dall’Istituto Superiore di Sanità sulla salute dei cittadini di Taranto. Due facce di un quadro contraddittorio e doloroso del nostro paese e del rapporto fra società civile, politica e scienza.

Di entrambi sapete già molto, mi limiterò a riassumere brevemente. Piena colpevolezza per tutti gli imputati, riconosciuti colpevoli di omicidio colposo plurimo e lesioni colpose plurime. Il giudice ha ritenuto di aggiungere due anni di condanna ai quattro richiesti dall’accusa, interdizione dai pubblici uffici, ecc. Tutti la stessa identica pena, senza distinzione. Cos’è successo? Nel 2009 solo una settimana prima del 6 aprile (per la precisione il 31 marzo), la notte del sisma che ha ucciso più di 300 persone rimaste sepolte…

View original post 968 altre parole

Un pensiero su “L’Italia e gli scienziati (de L’Aquila e de l’Ilva)

  1. Nella sentenza dell’Aquila sulla Commissione Grandi Rischi nulla c’entra la Scienza, Galileo e menate varie. Quando la Scienza e gli scienziati si sottomettono ai voleri dei potenti e della politica ecco quel che succede. Il terremoto non si puo’ prevedere ma nè che accada nè che non accada. Nella situazione di L’Aquila sarebbe stato corretto
    dire a tutti di attuare tutto cio’ che la prudenza suggerisce e non rassicurare senza alcun fondamento. Chi ha avuto i lutti è comprensibile che abbia denunciato i membri della Commissione. Anch’io lo avrei fatto. A me tutte le parole spese sulla sentenza medioevale e contro la scienza mi sembrano del tutto scorrette e segno di una difesa di casta, questa si antiscientifica. Le dimissioni poi dei membri dei membri attuali della Commissione sono una vergogna, come tutti gli attestati di solidarietà. Sono d’accordo in toto con quqnto scritto da Francesco Merlo sulla Repubblica di 2 sabati fa. Un altra brutta figura della scienza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.