La Corte dei Conti raccomanda all’Asi di contenere le spese

Fonte: Italia Oggi

La Corte dei Conti raccomanda all'Asi di contenere le spese

Più attenzione a contenere la spesa e a razionalizzare i costi di gestione: lo raccomanda la Corte dei Conti all’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), nella relazione sul risultato del controllo sulla gestione finanziaria per gli esercizi 2010 e 2011. La relazione, redatta dalla sezione della Corte dei Conti per il controllo degli enti, rileva inoltre “una serie di illegittimità e di irregolarità connesse all’affidamento e alla gestione dell’appalto per la realizzazione della nuova sede dell’Agenzia” a Roma nell’area universitaria di Tor Vergata, da parte dell’Autorità di vigilanza sui Lavori Pubblici.

Per il 2010, si legge nella relazione, la Corte dei Conti evidenzia un disavanzo finanziario di 61,5 milioni, peggiorato nel 2011 a 153,4 milioni in seguito della diminuzione delle entrate (-17,8%) conseguente alla riduzione dei trasferimenti statali (-13,34%). E’ stata registrata una riduzione modesta (-3,78%), nonostante l’aumento del 6,70% della spesa corrente. Una riduzione dovuta, si legge, alla “drastica riduzione delle spese in conto capitale (-89,87%)”.

La spesa per i programmi nazionali e per la partecipazione all’Agenzia Spaziale Europea (Esa), programmi che rappresentano circa il 93% della spesa complessiva dell’Asi, è aumentata del 2,74% nel 2010 e del 7,25 nel 2011. La spesa unitaria media per il personale è aumentata nel 2010 del 14,47% ed è diminuita nel 2011 dell’8,38%. Sempre relativamente al personale, la Corte dei Conti raccomanda all’Asi di non adottare provvedimenti di stabilizzazione del personale assunto a tempo determinato su fondi provenienti da contratti di ricerca.

La Corte dei Conti ha invitato inoltre l’Asi ad “attenersi alle indicazioni del ministro vigilante in tema di designazioni per la nomina negli organi di gestione delle società partecipate”. L’avanzo di amministrazione, infine, si è ridotto nel 2010 a 374 milioni (-7,77% rispetto al 2009) e a 230,5 milioni (-38,39%) nel 2011. Nel 2010 l’Asi ha inoltre registrato un disavanzo economico di 154.4 milioni, peggiorato nel 2011 a 183.3 milioni, e il patrimonio netto al 31 dicembre 2010 si è ridotto a un miliardo (da 1,2 miliardi dell’anno precedente e nel 2011 si registra un’ulteriore riduzione del 17,32%, con un patrimonio netto di 875,5 milioni).

Un pensiero su “La Corte dei Conti raccomanda all’Asi di contenere le spese

  1. Pingback: La Corte raccomanda, Saggese spera – Storie spaziali - Blog - Le Scienze

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.