Online il nuovo Sistema Informativo statistico della pubblica amministrazione

Da ieri è online il nuovo Sistema informativo statistico PA-PubblicaAmministrazione.Stat elaborato dall’Istat e dedicato a cittadini, operatori economici e sociali, policy maker e amministratori pubblici. La banca dati mette a disposizione dell’utenza oltre 60 indicatori economico-finanziari, costruiti sulla base dei dati sulle entrate e le spese delle amministrazioni e sul loro personale. Per le principali tipologie amministrative pubbliche (Regioni, Province, Comuni, Università, ASL, Aziende ospedaliere, Camere di Commercio) gli indicatori sono disponibili a livello di singola amministrazione. Il sistema raccoglie inoltre, adattandola e specializzandola alla realtà del settore pubblico, la tradizionale produzione dell’Istat con informazioni sui settori Sanità (medici, assistiti e attività delle strutture sanitarie, disabilità, assistenza socio-sanitaria), Istruzione scolastica (scuole, classi, insegnanti e studenti delle scuole pubbliche fino alla scuole secondarie di secondo grado) e universitaria (immatricolati, iscritti, laureati e docenti degli atenei pubblici), Cultura (personale, attività e visitatori dei musei e delle biblioteche pubbliche), Assistenza e previdenza (pensioni e pensionati, spese dei comuni per i servizi sociali), Giustizia (procedimenti civili, penali e amministrativi, delitti, condannati, istituti di prevenzione e detenuti). Altri dati sono disponibili sul numero e l’ammontare dei protesti, sull’attività notarile, sulle retribuzioni contrattuali del pubblico impiego, e sul grado di soddisfazione di alcuni servizi pubblici da parte delle famiglie e dei cittadini.
Entro la fine del 2013 verrà ampliata la disponibilità di indicatori, in modo da offrire maggiori dettagli sui diversi aspetti dell’attività amministrativa pubblica e sui settori di intervento attualmente meno coperti. Sviluppi sono anche previsti per le tipologie amministrative: indicatori economico-finanziari saranno disponibili anche per le comunità montane, i gruppi di comuni, gli istituti di previdenza e assistenza sociale. Un importante contributo in questa direzione potrà essere fornito dai risultati del “Censimento delle istituzioni pubbliche”, in corso di svolgimento e, auspicabilmente, dalle osservazioni e dai suggerimenti che potranno arrivare dagli utenti del sistema informativo, che viene proposto dall’Istat come prodotto aperto alle sollecitazioni/esigenze esterne.

Le informazioni presentate sono distribuite in 26 tipologie amministrative (16 delle quali relative alle amministrazioni locali), 5 settori di intervento (Giustizia, Sanità, Istruzione, Cultura e sport, Assistenza e previdenza) e 2 aree di approfondimento (Costo del lavoro e retribuzioni e Rapporto tra PA e utenti).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.