Profumo: «Un accordo di programma guidato da una task force mista»

di Alessandra Chello
Napoli – Un sms nella notte. Così il ministro dell’Istruzione e della ricerca, Francesco Profumo racconta di aver appreso la notizia del rogo a Città della Scienza.
La sua prima reazione?
«Sgomento. Sono rimasto particolarmente colpito perché negli ultimi mesi sono stato diverse volte a Bagnoli. Confesso che le prime immagini delle fiamme che ho visto su YouTube, mi hanno molto colpito. Ho telefonato subito al professore Silvestrini che era davvero affranto. Poi sono arrivati centinaia di messaggi di partecipazione dai ricercatori di mezz’Italia. Insomma, è un gran brutto colpo».

Quale è adesso la priorità assoluta?
«Una stima rapida e dettagliata dei danni. Oltre che naturalmente – ma questo è compito degli inquirenti – l’individuazione di colpe e responsabilità. Non dimentichiamo che il fattore tempo è una variabile che va rispettata. Ecco perché va quantizzato alla svelta il reale impatto dell’incendio».
Il governo ha già messo a punto un piano di intervento?
«Assolutamente sì. Siamo pronti. Personalmente per quel che riguarda il mio dicastero ho individuato i passi principali da fare. Ma è indispensabile prima avere un quadro completo dei danni senza il quale è impossibile pianificare un programma».

Fonte: Il Mattino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.