All’Istat dopo l’uscita di Giovannini la soluzione più rapida è il commissariamento

Fonte: repubblica.it

Si fa sempre più forte l’ipotesi di un commissariamento per l’Istat, lasciata dal presidente Enrico Giovannini per diventare ministro del Lavoro. Le due cariche sono incompatibili per legge. La nomina di un commissario nel giro di qualche settimana è lo scenario più quotato perché basterebbe un semplice decreto del presidente del Consiglio o una decisione del consiglio dei ministri. Nel segno dell’urgenza il commissario potrebbe essere scelto all’interno dell’attuale cda, i cui membri scadono nel 2014, attualmente composto da Luigi Paganetto, Pasquale Scandizzo, Emilia Mazzucca e Biagio Mazzotta.

Più lungo l’iter per diventare presidente: l’articolo 5 della legge 196/2009 prevede la designazione del governo attraverso un Dpcm e successivamente il parere favorevole dei due terzi dei componenti delle commissioni competenti di entrambe le Camere. La maggioranza qualificata, nel caso di Giovannini non fu un problema infatti ottenne il via libera parlamentare in poche settimane. L’ampia maggioranza a sostegno del governo potrebbe facilitare la designazione. (l.i.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.