L’Italia fanalino di coda nella formazione dei ricercatori

Storie di giovani medici alle prese con la specializzazione

Cristiano Alicino

L’Italia fanalino di coda nella formazione dei ricercatori

Che l’Italia investisse in ricerca meno di chiunque altro in Europa (l’1,1% del PIL contro una media europea dell’1,8%) è un fatto risaputo. Ciò che si apprende, ma non stupisce, da una recente indagine pubblicato dall’Associazione Dottorandi e Dottori di ricerca Italiani (ADI) è che l’Italia, in tempo di crisi, sta progressivamente riducendo il suo investimento anche nella formazione dei ricercatori…

da healthdesk.it

Un pensiero su “L’Italia fanalino di coda nella formazione dei ricercatori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.