Invalsi, spunta il concorso interno sospetto. Dopo tre anni si rifà, ma vincono gli stessi

Invalsi, spunta il concorso interno sospetto. Dopo tre anni si rifà, ma vincono gli stessi

L’Istituto che produce test “temuti” da studenti e professori ha problemi di valutazione interna. E’ il caso del concorso del 2010: prove di selezione per quattro posti da primo ricercatore. Gli esclusi fanno ricorso e il Consiglio di Stato annulla la prova, ripetuta pochi giorni fa dopo tre anni: stessi candidati, stessi esclusi e stessi vincitori (che prendono gli arretrati di tre anni prima). I vincitori? Molti di loro hanno lavorato con i commissari chiamati a giudicarli

Dopo gli strali, le contumelie, le invettive contro il test Invalsi, la scoperta di costi di gestione imbarazzanti, arriva anche il concorso sospetto. L’esame di Stato delle medie appena concluso, a detta di tanti, è stato durissimo, con quei test di matematica e italiano a mani nude, senza calcolatrice o dizionario. Quando serve, però, quelli dell’Invalsi sanno anche facilitare la strada a chi ne ha bisogno. Ad esempio i candidati al concorso interno da ricercatore che l’esame l’hanno fatto e vinto, non una, ma due volte. Perché l’Istituto nazionale di valutazione del sistema educativo – quello che ha appena preparato i test di valutazione per 600mila studenti – non è riuscito a organizzare un concorso per se stesso, tanto da doverlo ripetere per “mancanza di elementi oggettivi di valutazione dei candidati”. I famosi “valutatori” che non sapevano valutare. Più surreale ancora l’epilogo della storia, di quelle che non si vorrebbero leggere: a vincere la seconda volta, infatti, sono stati gli stessi candidati che avevano vinto la prima. E che, confermati, hanno avuto pure gli arretrati…

continua su il fatto quoditiano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.