GSSI, ecco i magnifici 36. Il 14 novembre inaugurazione con Carlo Rubbia

di 

Axel è tedesco, studia fisica ed è all’Aquila da tre settimane: “Sono venuto a conoscenza dell’esistenza del GSSI grazie al professore che ha fatto da supervisore alla mia tesi. Ho scelto di venire qui per proseguire il mio lavoro di ricerca e per avere l’opportunità di collaborare con i laboratori del Gran Sasso, anche perché, in passato, ho già avuto modo di lavorare all’interno di laboratori di fisica situati sottoterra”.

Ilia, invece, viene da S. Pietroburgo. Fisico anche lui, ha scelto, come Axel, il dottorato in fisica astroparticellare perché affascinato dall’opportunità di studiare e lavorare a stretto contatto con i laboratori ipogei dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

E poi ci sono Darko, che viene dalla Macedonia; David, che è georgiano; Andres e Venkatapathy, arrivati, addirittura, rispettivamente dalla Colombia e dall’India. Insieme a loro anche tanti italiani, a dire il vero la componente maggioritaria.

Sono i 36 studenti del Gran Sasso Science Institute, la scuola internazionale di dottorato voluta dal governo Monti, dalla Regione Abruzzo e dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare…

continua su news-town

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.