Spazio: in Parlamento nuova proposta per governance Asi a Palazzo Chigi

28 Novembre 2013 – 17:14

(ASCA) – Roma, 28 nov – Attribuire alla presidenza del Consiglio dei ministri ”i compiti di alta direzione, indirizzo governativo e coordinamento delle politiche concernenti il settore spaziale e aerospaziale”, incardinando la governance dell’Agenzia spaziale italiana a Palazzo Chigi, con il presidente del Consiglio c he potra’ avvalersi di un ”comitato di ministri per lo spazio”.

L’Asi quindi sempre meno ente di ricerca e sempre piu’ vera agenzia governativa, come la Nasa. E’ quanto contenuto nel disegno di legge presentato oggi in Senato dalla senatrice di Forza Italia, Paola Pelino, che riprende ed aggiorna quanto gia’ proposto alla Camera nella passata legislatura da Silvano Moffa, parlamentare Pdl e oggi leader di Azione Popolare ed attuale presidente del Copit, il comitato di parlamentari per l’innovazione tecnologica, in materia di riordino dell’Agenzia spaziale italiana.

Un’iniziativa peraltro riproposta in chiave ‘bipartisan’, se e’ vero che Forza Italia e’ oggi all’opposizione e che alla Camera, analogamente all’iniziativa della senatrice Pelino, e’ stata depositata una identica proposta di legge dell’onorevole Alessia Mosca del Partito democratico.

L’obiettivo e’ quello di ricollocare la politica nazionale sulle tecnologie spaziali, in ambito si’ della ricerca ma allo stesso tempo quale reale asset strategico del governo del Paese. In pratica sganciare la gestione Asi, anche delle risorse triennali destinate allo spazio, dal ministero dell’Universita’ e della ricerca e portarle in sede di presidenza del Consiglio, mantenendo comunque al Miur il ruolo di ”ministero vigilante”.

”In Francia le politiche spaziali, come valore strategico per il Paese, sono incardinate presso la presidenza della Repubblica. In Italia dobbiamo individuare una nuova governance per l’Agenzia spaziale italiana, presso la presidenza del Consiglio dei ministri”, ha ribadito Moffa, ”nell’ottica di difendere il know how di assoluta eccellenza nazionale, basti pensare allo shopping ricorrente sulle aziende italiane da parte dei nostri partner europei”. Dal canto suo la senatrice Pelino, che ha ricordato come si provi a ripartire anche alla luce ”dei recenti nuovi successi spaziali italiani, dalla prima passeggiata nello spazio di Luca Parmitano alla prima donna astronauta tricolore, Samantha Cristoforetti, la cui missione sulla stazione spaziale partira’ il prossimo novembre”, ha precisato che gia’ dalla prossima settimana chiedera’ in conferenza dei capigruppo di calendarizzare l’iter nelle commissioni di riferimento (Industria, di cui e’ anche vicepresidente, Affari costituzionali, Cultura e istruzione) con stavolta ”l’auspicio che il percorso del disegno di legge possa concludersi positivamente entro il 2014”.

gbt

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.