Ancora un lutto nella fisica: scompare Giorgio Giacomelli

Il periodo nero per la nostra comunità continua: è scomparso il prof. Giorgio Giacomelli, professore emerito dell’Università di Bologna e uno dei padri fondatori della fisica italiana e della fisica delle alte energie in particolare.

Come molti di quella generazione, un mentore eccezionale, era semplicemente GG per i tanti quelli che lo hanno avuto come riferimento; mancherà a tutti. Di seguito, il comunicato dell’Università di Bologna.

Giorgio Maria Giacomelli, professore emerito di Fisica sperimentale dell’Alma Mater Studiorum, scomparso ieri, è stato uno tra gli scienziati che più ha dato seguito all’eccellenza bolognese nella Fisica sperimentale.

Pesarese di origine, si è laureato all’Università di Bologna nel 1954 e ha ottenuto il PhD in Fisica alla Rochester University (NY, USA) nel 1958. Nel 1971 divenne Professore ordinario sulla cattedra di Fisica Generale all’Università di Padova per rientrare a Bologna nel 1974 come titolare della analoga cattedra. E’ stato direttore dell’Istituto di Fisica Augusto Righi e poi del Dipartimento di Fisica dell’Alma Mater Studiorum.Innumerevoli le università straniere e i laboratori di ricerca internazionali che hanno avuto il privilegio della sua collaborazione e del suo magistero: University of Rochester (NY), CERN (Geneva, CH), Harwell Lab. (UK), Brookhaven Lab. (NY, USA), Institute of High Energy Phys. (Serpukhov, Russia), Fermilab (Batavia, IL, USA), University of Kyoto (invited by the Japan Society for the development of science), University of California at Berkeley (USA) and at Riverside (USA). Senza dimenticare le università e i laboratori del mondo emergente alle quali teneva moltissimo nello spirito di comunicazione e diffusione della scienza: Oujda (Marocco), Calcutta (India), Islamabad (Pakistan), Bamako (Mali), S.Paulo e Recife (Brasile).

All’Alma Mater il Prof. Giorgio Giacomelli ha formato generazioni di studenti e di studiosi, molti dei quali sono oggi impegnati nelle ricerche al CERN e nei laboratori internazionali. La rigorosità scientifica, l’assoluta repulsione ad ogni approccio non fondato scientificamente, la non comune capacità di fare sintesi e di individuare soluzioni, unita ad una grande intuizione sulla capacità dei rivelatori di particelle, lo elevano alla statura di Maestro. Non dimenticando il lato umano e il rispetto nei confronti dei collaboratori, anche giovanissimi.

Straordinaria la produzione scientifica: è infatti autore di più di 800 articoli scientifici su riviste di prestigio internazionale, di più di 450 rapporti di review a conferenze internazionali, di più di 50 monografie scientifiche a livello internazionale. I risultati ottenuti come scienziato e come responsabile di gruppi di ricerca per esperimenti della Fisica delle particelle (con e senza acceleratori) spaziano dai neutrini alle interazioni forti degli adroni, passando per l’astrofisica delle particelle e le ricerche dei monopoli magnetici, senza dimenticare le scoperte delle interazioni a corrente neutra e le verifiche all’1 per mille del Modello standard della natura.

Il Magnifico Rettore e l’Ateneo tutto sono vicini alla moglie Pina, ai figli Paolo e Roberto e alla nuora Sylvie in questo triste momento di addio al caro Giorgio Maria Giacomelli, professore emerito di Fisica sperimentale, maestro di scienza e pilastro della Fisica bolognese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.