Ancora un’interrogazione parlamentare sulla fusione fredda

presentato da

DELLA VALLE Ivan

testo di

Martedì 4 marzo 2014, seduta n. 182

DELLA VALLE, DE LORENZIS, MASSIMILIANO BERNINI, LIUZZI, PETRAROLI, DE ROSA e MANLIO DI STEFANO. — Al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca. — Per sapere – premesso che:

il settore delle LENR (Low Energy Nuclear Reactions, reazioni nucleari a bassa energia) suscita grande interesse a livello internazionale ed è ambito di ricerca di numerosi laboratori nel mondo;

l’Italia è, con Giappone e Stati Uniti, tra i Paesi che sin dai primi anni Novanta hanno approfondito questo genere di studi, tramite gli enti di ricerca nazionali competenti;

sono oggi attivi diversi gruppi presso le università italiane, ENEA ed INFN per contribuire ad un’indagine teorica e sperimentale sulle reazioni nucleari a bassa energia;

le reazioni nucleari a bassa energia sono fenomeni non ampiamente conosciuti e non tutti i parametri che ne possano garantire la riproducibilità sono stati sino ad oggi individuati e compresi a fondo;
numerose novità sono state presentate, attraverso pubblicazioni scientifiche, negli ultimi anni nella ricerca sulle LENR;

alcuni brevetti sono già stati concessi;

sono stati annunciati dispositivi per la produzione di energia da fenomeni LENR pronti per il mercato;

una volta appurata l’esistenza delle LENR si arriverebbe ad una sconvolgente ridefinizione della fisica nucleare;

l’Italia potrebbe avere un ruolo fondamentale, data la sua storia, in questo ambito di ricerca –:

quali siano i suoi orientamenti circa l’attività di ricerca internazionale sulle LENR e dunque l’interesse dimostrato da università e realtà imprenditoriali;

se ritenga opportuno assumere iniziative per stanziare adeguati finanziamenti per le attività in corso presso le università e gli enti di ricerca pubblici italiani nel settore LENR;

se intenda promuovere nuove ricerche nel settore LENR. (4-03785)

Un pensiero su “Ancora un’interrogazione parlamentare sulla fusione fredda

  1. Vecchio post di Cures del 04/09/12 su Cobraf:

    Certo che è significativo che i quattro gatti che lavorano sulle LERN in italia (rigorosamente minuscolo) si trovino al vertice dei risultati mondiali e, invece di avere un sistema-paese che li sostenga sulla base dei risultati, vengano invece spernacchiati e offesi o usati come clava accademica per bastonare gli avversari
    L’importanza strategica dell’argomento è talmente elevata che il gioco lo devi andare a vedere per forza prima di cassare il tutto come una bufala. Cosa che fanno in altri lidi enti pubblici e grosse ditte private. A certe ditte basterebbe risparmiare sul caffè del bar interno per trovare fondi più che sufficienti a finanziare tale linea di ricerca. Mah…

    http://www.cobraf.com/forum/topic.php?topic_id=5747

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...