Sapienza, che ne sarà di te?

A pochi mesi dalle elezioni rettorali della più grande Università italiana, gli interrogativi sulla gestione post-Frati non sono pochi. Un approfondimento sulle politiche di reclutamento degli ultimi anni, per provare a decifrare il futuro.
Il 19 Giugno, come ogni anno da alcuni millenni, é stato il compleanno della dea Minerva. Ma quest’anno la Minerva deve passare sonni non del tutto tranquilli, come una buona parte di quelle circa 200.000 persone che tra studenti, professori, ricercatori, ospedalieri, amministrativi, dirigenti e quant’altro abitano la Sapienza, dalla città universitaria nei pressi di San Lorenzo ai policlinici, alle sedi distaccate di Latina e Rieti.
Si terranno a Settembre le elezioni del Rettore, e il dopo-Luigi Frati, che nel bene e nel male, ha incarnato la Sapienza negli ultimi 6 anni, é un’incognita. I candidati alla successione sono anch’essi 6 (i professori Catarci, Gaudio, Lenzi, Masiani, Nicolai Mastrofrancesco e Ruocco), e in questi giorni stanno incominciando a confrontarsi in unaserie di incontri pubblici. Ad essere sincero, anche chi scrive allo stato attuale ha le idee poco chiare.

– See more at: http://www.pagina99.it/blog/6154/Sapienza–che-ne-sara-di.html#sthash.klu4ieFf.dpuf

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...