[Reblog]: Scuola, educazione, ricerca nell’agenda del semestre italiano UE

Caro Presidente, le famiglie italiane guardano al Semestre italiano di presidenza dell’Unione europea con rinnovata speranza.

Sperano che dopo il massaggio chiaro dato alle ultime elezioni l’Europa non rappresenti più l’incubo di austerità tecnocratica, che ha spinto il nostro Paese, immobile da troppi anni, nella recessione e nella disoccupazione più drammatica dal dopo guerra. Quell’incubo va scacciato a suon di riforme. In Italia e in Europa. Ormai è chiaro a tutti che l’Europa a due velocità e’ un danno anche per chi corre veloce.

L’Italia ha molto da offrire all’Europa, già oggi. Dobbiamo solo smettere di piangerci addosso e imparare a guardare al presente e al futuro consapevoli delle nostre straordinarie realtà, senza le quali la comunità civile europea sarebbe più povera.

Tra i tanti esempi che si possono fare ne scelgo uno: si chiamano Patrizia Caraveo, Andrea Cimatti, Paolo Giommi, Alvio Renzini, sono i quattro italiani tra i primi cento al mondo al vertice della ricerca astrofisica mondiale secondo l’analisi dell’istituto di ricerca Thomson Reuters.

La VII commissione del Senato ha svolto un’indagine conoscitiva sullo Stato della Ricerca in Italia e abbiamo ascoltato decine e decine di Enti di ricerca, orgogliosi del proprio lavoro, già proiettati in una dimensione di lavoro globale, che chiedono più autonomia e soprattutto libertà da procedure burocratiche e dai vincoli che li equipara al Pubblico Impiego. La ricerca di base e la ricerca applicata sono le autostrade su cui deve correre l’innovazione da cui si puo’ attingere per rilanciare la competitività dell’industria italiana ed europea…

continua sul blog di Francesca Puglisi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...