[Reblog]: Cosa c’è da cercare dopo il bosone di Higgs

La scoperta del bosone di Higgs chiude gloriosamente mezzo secolo di fisica delle alte energie sancendo in modo inequivocabile la validità della teoria nota come Modello Standard delle interazioni fondamentali.
Oggi possiamo affermare che conosciamo come le particelle elementari, i costituenti ultimi della materia, interagiscono tra loro attraverso le forze elettromagnetica, nucleare debole e nucleare forte fino a energie dell’ordine di qualche centinaio di GigaElettronvolt (GeV) o a distanze dell’ordine di 10-16 cm.
Non si tratta solo di una descrizione fenomenologica di successo del mondo microscopico a energie mai prima raggiunte; è ancor più un grandioso passo avanti della nostra capacità di descrivere l’Universo in termini geometrici mediante la correlazione delle forze fondamentali con simmetrie presenti in Natura. Ecco perché la scoperta del bosone di Higgs non rappresenta solo il “ritrovamento” dell’ultima particella che ancora mancava per completare il puzzle del Modello Standard, ma è il coronamento di una profonda intuizione del collegamento tra fenomeni fisici e simmetrie che ha trovato la sua massima espressione nelle cosiddette “teorie di gauge” del secolo scorso di cui il Modello Standard è il rappresentante per eccellenza.
Tutto bene allora? Possiamo dire che con questo si chiude la nostra corsa alla comprensione fenomenologica e teorica dell’“elementare” (particelle elementari e forze fondamentali)? In altre parole, brutalmente, la fisica delle alte energie è arrivata al suo (glorioso, ma finale) capolinea?…

continua su scienza in rete

3 pensieri su “[Reblog]: Cosa c’è da cercare dopo il bosone di Higgs

  1. esaminando tutte le diagnosi scientifiche che da anni sto seguendo , constato che sul bosone di Higgs non ci sono dubbi , è perciò inequivocabile la teoria delle interazioni fondamentali.
    Oggi tutto ciò è semplicemente utopia.
    Altro che capolinea,
    Le energie (come riportato) non si misurano in centimetri ,come le lunghezze d’onda , ma in eV.
    I problemi da risolvere in primis sono:
    ESPANSIONE INFLATTIVA
    ENERGIA OSCURA
    PRINCIPIO ENTROPICO
    ONDE GRAVITAZIONALI
    MULTIVERSO
    molto più attuale il cambiamento di sapore dei neutrini da muonico a tauonico con aumento di energia
    elevatissimo nell’attraversare la materia !
    altro che CAPOLINEA !

  2. In seconda battuta riporto una frase di Andrei Linde :”noi viviamo in questa parte dell’universo perchè possiamo viverci , non perchè l’intero universo è costruito per il nostro bene”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...