Legge delega pubblica amministrazione: arriva il silenzio assenso tra ministeri

da Il Messaggero

TRENTA GIORNI PER RISPONDERE
Il rafforzamento della presidenza del Consiglio rispetto agli altri dicasteri, ed in particolare quello dell’Economia, è un tema già emerso in questi primi mesi del governo Renzi. Ieri Madia lo ha presentato come un modo per fermare lungaggini legislative e veti incrociati che spesso bloccano «la vita dei cittadini».

Una norma chiave in questo senso è l’introduzione del silenzio assenso negli atti la cui attuazione compete a più ministeri. L’amministrazione a cui viene chiesto l’assenso, il concerto o il nulla osta avrà trenta giorni di tempo per pronunciarsi; nel caso ciò non avvenga si intenderà che il parere sia positivo. Ma soprattutto, in caso di contrasto tra due strutture, sarà la presidenza del Consiglio a decidere. È prevedibile che questo meccanismo – se applicato – possa ridurre il ruolo del ministero dell’Economia, che è chiamato in causa in molti provvedimenti su diverse materie.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...