Il nuovo commissario ENEA incontra i sindacati/6

anprienea

2 pensieri su “Il nuovo commissario ENEA incontra i sindacati/6

  1. L’Enea prima ente ricerca,ora agenzia che cerca collaborazioni con regioni ma per far che cosa dato che non esistendo un piano nazionale ogni regione ha le sue idee che sono spesso in contrasto a livello mondiale.Faccio l’esempio concreto del mio piano acqua energia che si basa su 5 maxiprogetti.Prendiamo il Sud dove io mi batto per il biometano che viene prodotto sinergicamente da acqua,mare,solare e vento flottanti.L’enea dovrebbe darmi gli elettrolizzatori e cominciarli ad installare che so io nelle Puglie dove devo usare l’acqua dell’Acquedotto Pugliese e un lago di mare per assistere il vento ed il solare.Ma a Scanzano rivogliono un sito inutile per scorie nucleare quando certe tecnologie plasma risolvono il problema.Insomma è solo un casino e non parlo di rifiuti e CO2 in reuse.L’Enea ha ottimi ricercatori in idrogeno da rinnovabili ma chi da l’energia elettrica che costi poco se non il mio piano acqua che permette 20 euro il MWh.la soluzione ottimale visto il caos Eni ed il fatto che Enel è senza soldi che si aggreghino le utilities e Enea diventi la SPA di ricerca applicata,chiudendo nel contempo Sogin rilanciando il plasma waste e nuclear plasma waste.Troppo ambizioso? certo ma con regioni in disaccordo e quasi tutte fossil fuels oriented si va poco.Pensate che al MISe non riescono a capire come arrivo a 20 euro il MWh con phs marine ed i vertici Enea hanno detto che l’acqua ed il mare non si usano piu’ in energia.peccato che io con americani,cinesi ,giapponesi,produco idrogeno dal mare con elettrolisi e mi sento dire dal capo enea ricerche economiche che sono inutile? ma si legga il piano cinese reuse CO2 ripreso dai miei progetti perchè io e la Navy da 10 anni usiamo il mare.Perchè faccio reuse CO2 ? Semplice la usavo sui sommergibili.Perchè faccio plasma waste? Perchè lo uso su grandi navi.Perchè a taranto possiamo fare biofuel per aviation Perchè possiamo produrre dal mare a 20 euro il MWh cosa che fanno i tedeschi e francesi ma ad un costo superiore.Possiamo brevettare tutto con ENea e vendere licenze? altro che fondi regioni!​ Piano industriale aggregazioni utilities italiane ​​ Critiche al Report Enea ​

    dr.Pier Luigi Caffese

  2. 20 eur/MWh inclusi oneri di trasmissione/distribuzione e oneri di sistema? Le regioni non mi paiono, poi, così tanto fossil-oriented, anzi alcune vanno persino troppo dietro a soluzioni energeticamente poco sostenibili (v. idrogeno, se non è ancora utilizzato forse è -anche- perché non è poi così conveniente..)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...