Pure la ricerca a Palazzo Chigi

Fonte: Italia Oggi
Lo chiede il parlamento. L’accusa: troppa burocrazia, ora serve una nuova governance

Pure la ricerca a Palazzo Chigi

Oggi la governance degli enti di ricerca è destrutturata in diversi ministeri.

Il compito della cabina di regia presso Palazzo Chigi sarà di indicare gli indirizzi e le priorità strategiche per gli interventi a favore della ricerca scientifica e tecnologica, definendo il quadro delle risorse finanziarie da attivare e assicurando il coordinamento con le altre politiche nazionali. Il tutto nell’ambito del Documento di economia e finanza e del Piano nazionale di ricerca. Gli interventi dovranno includere anche un programma obbligatorio di finanziamento della ricerca libera. Nel documento si delinea poi un nuovo sistema di valutazione dei risultati e di attribuzione dei fondi premiali, un taglio alla burocrazia, lo sblocco delle assunzioni dei giovani ricercatori, unificando tra l’altro le tipologie dei contratti, i trattamenti economici e le progressioni di carriera. Tra i punti chiave della risoluzione, la richiesta di un piano pluriennale di rifinanziamento pubblico di ricerca con l’obiettivo di passare dall’attuale 0,52% allo 0,7% nel 2020. Circa 3 miliardi di euro in 7 anni. Praticamente la media Ocse nel 2010. Il primo appuntamento utile è la prossima legge di stabilità.

Un primo giudizio è arrivato dal senatore a vita, Carlo Rubbia: «Il documento è ancora abbastanza moderato«, ma comunque è «un passo importante, un primo passo in una direzione giusta«. Certamente, ha aggiunto, sette anni per passare dallo 0,5% allo 0,7%«sono un tempo un po’ lungo», ma per Rubbia il problema vero in Italia è che «manca una risposta industriale della ricerca«. Contrariamente a quanto accade in altri paesi europei, «in Italia la ricerca industriale è il punto debole del sistema. Non si è ancora convinti dell’opportunità di un rapporto più profondo tra industria e ricerca«

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...