ERC starting grants: confronto 2014 vs 2013

E’ interessante fare una prima analisi dei risultati del bando “Starting Grant” dell’European Research Council, riservato ai giovani ricercatori, mettendo a confronto la tornata 2014 con la precedente del 2013.

– I partecipanti sono sostanzialmente stabili, passando da 3329 a 3273, mentre la percentuale di successo sale leggermente dal 9% al 10% (da 287 a 328 progetti selezionati).

– Anche l’equilibrio tra le tre aree rimane sostanzialmente invariato:

– Physical sciences and Engineering: dal 37.6% al 37.8%

– Life Sciences: dal 43.9% al 43.6%

– Social sciences and Humanities: dal 18.5% al 18.6%

– Guardando come si comportano i vari paesi, si possono notare:

ERC StG 2013

ERC StG 2013

stg2014-country

ERC StG 2014

– La Germania che scavalca il Regno Unito e si colloca decisamente al primo posto;

Francia e Olanda che si collocano al terzo e quarto posto, scavalcando Israele;

– il tonfo catastrofico della Svizzera, che precipita da 21 a 1 vincitori;

– il buon risultato dell’Italia, che migliora in termini percentuali dal 2.8% al 3.4%, pur rimanendo dietro la Spagna.

ERC StG 2013

ERC StG 2013

erc-abroad-2014

ERC StG 2014

– Per quanto riguarda la mobilità dei ricercatori, ovvero la frazione di coloro che restano nel loro paese rispetto a quelli che portano il loro Grant in un’altra nazione, l’Italia che si aggiudica 11 progetti ma in realtà vede ben 28 vincitori italiani, di cui ben 18 scelgono un altro paese, è certamente il peggiore tra i grandi paesi. Purtroppo anche questo dato negativo si conferma e anzi peggiora ancora rispetto al 2013, che vedeva 7 su 17 ricercatori italiani scegliere di restare in Italia. Anche la capacità di attrarre ricercatori di altre nazionalità se è possibile peggiora, passando da 2 a 1 solo ricercatore che decide di spostare il proprio Grant in Italia.

ERC StG 2013

ERC StG 2013

ERC StG 2014

ERC StG 2014

Sulla capacità di attrarre ricercatori il confronto con gli altri grandi paesi europei per l’Italia si fa davvero sconfortante, soprattutto nei confronti di Germania e Francia, ma anche della Spagna. Significativo anche la percentuale molto elevata di ricercatori di altre nazionalità che già si trovavano in paesi come Regno Unito, Germania, Olanda e – in misura leggermente minore – Francia, e che decidono di restare con il loro Grant.

Update:

Su segnalazione di Manuela Cirilli, non resta che sottolineare la performance delle ricercatrici italiane è l’unica nota positiva, con un netto sorpasso, rispetto al sostanziale equilibrio del 2013.

ERC StG 2013

ERC StG 2013

ERC StG 2014

ERC StG 2014

Un pensiero su “ERC starting grants: confronto 2014 vs 2013

  1. Un’osservazione, la Svizzera a quanto ne so non ha partecipato agli starting grant, o meglio non si potevano chiedere hosting institution in Svizzera, ma i cittadini svizzeri potevano partecipare per altri paesi. La non partecipazione è stata una conseguenza del referendum contro l’immigrazione di massa. Oggi c’è un nuovo accordo con l’UE per la partecipazione svizzera, ma non ha reso possibile la partecipazione all’ERC starting.
    Il fondo nazionale svizzero ha premiato 27 ricercatori con un proprio bando SNF starting.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...