Trentino: pronto il nuovo piano provinciale per la ricerca

A dare oggi la notizia alla quinta Commissione presieduta da Lucia Maestri, è stata l’assessora alla ricerca Sara Ferrari, che ha ricordato come il nuovo piano provinciale per la ricerca dovrà essere sottoposto all’organo consiliare.
 “Il piano provinciale per la ricerca è pronto ma per presentarlo attendiamo fine aprile perché dovrebbe essere in arrivo quello nazionale, in modo da coordinare i due testi. Se entro il mese non avessimo ancora il piano nazionale, procederemo comunque con il nostro” – ha spiegato Sara Ferrari
Su proposta di Maestri e d’intesa con l’assessora, la quinta Commissione ha deciso di mettere in cantiere al più presto una serie di incontri conoscitivi con i principali istituti di ricerca del Trentino, alcuni dei quali negli ultimi mesi hanno cambiato assetto interno. La richiesta di presentare alla Commissione le attività, i problemi e i progetti di questi centri, ha riferito Maestri, è partita dal basso, vale a dire dai ricercatori. Per definire un’agenda di incontri saranno ora contattati i presidenti delle Fondazioni Kessler e Mach, Profumo e Segrè.
L’intenzione è di ascoltare poi anche gli altri istituti di ricerca, come Trento Rise(“che – ha osservato Maestri – vale la pena conoscere al di là di quanto ha riportato la stampa perché sta attraversando una fase di evoluzione”) e i laboratori, per concludere con l’Università il cui rettore si è appena insediato. Il percorso conoscitivo permetterà alla Commissione di acquisire elementi utili per il confronto che avverrà sul piano provinciale della ricerca.
Sempre stamane la quinta Commissione ha deciso di incontrare i ragazzi protagonisti del progetto “Essere in Europa”. L’appuntamento è stato fissato giovedì il 9 aprile alle 10.30 nell’aula del Consiglio provinciale. A chiedere l’incontro sono stati 80 giovani che – ha riferito la presidente Lucia Maestri – hanno lavorato a lungo sui temi dell’Europa realizzando anche una visita a Bruxelles, e che ora vorrebbero capire quali ricadute concrete questa loro esperienza potrebbe avere. La Commissione ha accolto all’unanimità la proposta anche per dare attuazione all’impegno assunto dalla Provincia di diffondere la cultura europea tra i cittadini puntando in particolare sui giovani.
In tal senso, dopo aver ascoltato il racconto e le considerazioni dei ragazzi, i consiglieri presenteranno i contenuti della legge recentetemente approvata in aula per promuovere la partecipazione della Provincia alle politiche dell’Unione europea.

Fonte: lavocedeltrentino.it –  lavocedeltrentino.it – Pronto il nuovo piano provinciale per la ricerca. Entro un mese la presentazione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...