Tragedia in porto, la nave Urania affonda: un morto e dodici feriti, uno è grave

Fonte: Il Tirreno

L’incidente è avvenuto nella zona a mare del cantiere Benetti, un puntello ha ceduto mentre l’imbarcazione era nel bacino galleggiante, gli operai sono stati travolti di Federico Lazzotti e Lara Loreti

imageLIVORNO. La bestia d’acciaio si è liberata da uno dei piloni che la reggeva, si è piegata su un lato e poi ha cercato di ingoiare uno alla volta i tredici componenti dell’equipaggio che in quel momento stavano eseguendo alcuni lavori su “Urania”, la nave oceanografica che da anni lavora per il Cnr. Dodici sono riusciti a mettersi in salvo mentre un operaio di 38 anni, ne avrebbe compiuti 39 a novembre, è rimasto schiacciato. Un altro collega è rimasto invece gravemente ferito, si tratta di un   un marittimo di 45 anni di Gela. La vittima invece era residente a Napoli. Meno gravi gli altri undici feriti, tutti comunque portati al pronto soccorso.

Secondo una prima ricostruzione, l’incindente è avvenuto poco prima delle 19 di martedì 25 agosto all’interno del bacino galleggiante: i soccorsi, per raggiungerlo via terra, sono passati attraverso il cantiere Benetti. Poi sono sopraggiunti anche i soccoritori via mare.  La nave “Urania”, che nell’aprile scorso era stata al centro di un intervento di allungamento , si trovava in riparazione. Molto probabilmente uno dei puntelli del ponteggio che sorregge la nave ha ceduto causando un repentino sbandamento a sinistra.

A bordo si è innescata la caduta di oggetti che hanno travolto i marittimi mentre la nave ha inizato lentamente ad affondare. “Le operazioni – spiegano i soccorritori – si sono rivelate particolarmente complesse per il pericolo di ulteriori spostamenti della nave e del carico. Sul posto personale della Capitaneria di Porto con motovedetta CP 867, dei Piloti del Porto, Autorità Portuale e Polizia di Stato Sezione marittima. Da valutare anche il possibile intervento della Labromare in caso di sversamenti e inquinamento in mare.

Anche una delegazione di politici è arrivata al cantiere. A cominciare dalla vice sindaca Stella Sorgente, passando per i consiglieri comunali del Pd Jari De Filicaia e Alessio Ciampini.

Messaggi di cordoglio per l’ennesima morte bianca sono inviati dal segretario comunale del Pd Federico Bellandi: “Esprimiamo la massima solidarietà e preoccupazione anche per gli altri feriti, auspicando un immediata e approfondita inchiesta per conoscere le cause ed eventuali responsabilità, sul perché, ancora oggi, si possa morire sul lavoro. Siamo vicini alle famiglie colpite dal grave incidente e garantiamo loro che vigileremo sulle motivazioni che hanno provocato tutto questo”.

Il pubblico ministero Antonella Tenerani ha già aperto  un fascicolo ancora contro ignoti per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente ed eventuali responsabilità. A cominciare da chi ha fissato il puntello che ha ceduto innescando  l’incidente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...