Il mondo che cambia (anche per i fisici)

Una documentazione fotografica in grado di convincere anche i fisici più scettici (o no?) di quanto profondamente l’uomo stia cambiando questo nostro pianeta in questi pochissimi ultimi anni.

glacierTIME and Space | By Jeffrey Kluger

Spacecraft and telescopes are not built by people interested in what’s going on at home. Rockets fly in one direction: up. Telescopes point in one direction: out. Of all the cosmic bodies studied in the long history of astronomy and space travel, the one that got the least attention was the one that ought to matter most to us—Earth.

That changed when NASA created the Landsat program, a series of satellites that would perpetually orbit our planet, looking not out but down. Surveillance spacecraft had done that before, of course, but they paid attention only to military or tactical sites. Landsat was a notable exception, built not for spycraft but for public monitoring of how the human species was altering the surface of the planet. Two generations, eight satellites and millions of pictures later, the space agency, along with the U.S. Geological Survey (USGS), has accumulated a stunning catalog of images that, when riffled through and stitched together, create a high-definition slide show of our rapidly changing Earth. TIME is proud to host the public unveiling of these images from orbit, which for the first time date all the way back to 1984…

continua a leggere su Time

5 pensieri su “Il mondo che cambia (anche per i fisici)

  1. Si potrebbe dire che, dal 1984, … “il mondo sta cambiando in modo inversamente proporzionale al cambiamento delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione” ….??

    • Il cambiamento delle ICT sarebbe da intendere come “cambiamento delle sue pratiche d’uso” [rispetto a quelle che si erano consolidate in risposta alle necessità dei fisici]

      • Se il mondo sta cambiando anche per i fisici, quali sono e come si analizzano gli “eventi” che concorrono a produrre il suo cambiamento?
        Cosa ne pensano i fisici degli abbozzi di commento – che tentano di coinvolgerli – all’approfondimento [sociologico] sul tema “Trasformazioni ed eventi”?
        Chi era l’Enzo Valente citato in questo How the internet came to CERN e perché gli autori [reali e virtuali] di un tentato avviamento di dialogo su Trasformazioni ed eventi non hanno avuto modo di conoscerlo durante gli anni Ottanta, quando la loro esperienza in ambienti che avevano abilitato l’innovazione scientifica [come CERN, ECMWF e CINECA] avrebbe permesso di avviare un processo europeo di innovazione sociale?
        Il cambiamento del mondo qui documentato ha bisogno di una revisione dei concetti di evento e di utente, che metta in evidenza l’urgenza di un dialogo operativo analogo a quello che ha permesso al sistema operativo SCOPE [Supervisory COntrol of Program Execution] di adeguarsi alle necessità dei fisici [per analizzare milioni di eventi in camere a bolle].
        [ … da continuare …. ai fisici piacendo]

  2. Questo nostro pianeta ha raggiunto ormai livelli di inquinamento irreversibili , dovremmo già pensare ad un viaggio su Marte , con Curiosity e altri rover abbiamo già constatato che si potrebbero iniziare dei viaggi di andata e ritorno , mettendo in orbita attorno al Sole un satellite intermedio tra l’orbita di Marte e la Terra .Questo servirebbe a dimezzare i tempi del percorso fornendolo di materiale vario . Marte è l’ultima spiaggia per l’uomo ! –elio

  3. in seconda battuta aggiungerei che su Marte ( dai rilievi fatti anche da Curiosity ) l’acqua esiste , ghiacciata ma c’è , le temperature vanno da -140° ( minima ) a -63° (media) a + 20°(massima) , la temperatura è controllabile con impianti fotovoltaici .-
    –elio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...