Primo via libera del Governo al decreto «sblocca-ricerca»: più mobilità e portabilità per i ricercatori

di Eugenio Bruno

Alla fine l’ora del decreto «sblocca-ricerca» è arrivata. Il Consiglio dei ministri di ieri ha dato il primo via libera al Dlgs attuativo della riforma Madia che era già slittato il 9 agosto scorso e che anticipa al 2017 il ritorno del turn over al 100% nei 21 enti di ricerca italiani. Quattordici dei quali vigilati dal Miur. Un provvedimento molto più snello rispetto alle versioni precedenti anticipate su Scuola24 . Visto che ha perso per strada non solo la riforma del reclutamento ma anche l’esenzione Iva sugli acquisti di «strumentazioni e attrezzature scientifiche per esclusivi fini di ricerca» e l’eliminazione dall’imponibile Irap delle retribuzioni dei ricercatori a tempo determinato…

continua su Il Sole 24 Ore

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...