L’Italia non è un paese per dottori di ricerca: -44% in dieci anni

di Marzio Bartoloni

Un declino inesorabile costellato di tante occasioni mancate. Questo il destino dei dottorati in Italia. Che in dieci anni si sono praticamente dimezzati (-44%). E per chi comunque ha scelto questa strada della ricerca – a parole osannata da tutti ma nei fatti snobbata – il futuro è un deserto, visto che oggi solo il 6,5% degli attuali assegnisti di ricerca trova un lavoro da ricercatore strutturato. Gli altri alla fine sono espulsi. La nuova impietosa fotografia sul mondo dei giovani ricercatori – al di là della solita retorica sulla fuga dei cervelli – arriva dalla sesta indagine dell’Adi, l’associazione dei dottorati e dottorandi italiani, presentata ieri alla Camera a Roma…

continua su Il Sole 24 Ore

Un pensiero su “L’Italia non è un paese per dottori di ricerca: -44% in dieci anni

  1. Pingback: Da Montreal a Kigali - Ocasapiens - Blog - Repubblica.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...