Bando PRIN 2017: scadenza 29 marzo 2018

Sono quasi 400 milioni (per la precisione 391) i fondi disponibili per il nuovo, attesissimo bando per la ricerca di base, PRIN (Progetti di Ricerca di Interesse Nazionale) 2017, disponibile da fine dicembre sul sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR).

La dotazione è notevolmente cresciuta grazie ai 250 milioni di Euro frutto di un’intesa tra MIUR, Ministero dell’Economia e Finanze (MEF) e Istituto Italiano di Tecnologia (IIT).

Una parte delle risorse sono riservate per le linee di intervento riservate rispettivamente alle aree del Sud e alle ricercatrici e ai ricercatori under 40, a tempo determinato e indeterminato.

Per la prima volta potranno presentare i progetti, oltre che i professori universitari, anche i ricercatori delle Università, e i ricercatori e tecnologi degli Enti pubblici di ricerca vigilati dal MIUR.

Sono previste tre linee d’intervento:

  • Linea principale, con una dotazione di 305 milioni di euro. I responsabili delle singole unità di ricerca potranno essere professori universitari, ricercatori universitari e degli Enti pubblici di ricerca, nonché tecnologi.
  • Linea giovani, con una dotazione di 22 milioni di euro. I responsabili delle singole unità di ricerca potranno essere docenti, ricercatori, tecnologi under 40, anche a tempo determinato.
  • Linea Sud, con una dotazione di 64 milioni di euro. Del tutto simile alla linea principale, ma tutte le unità di ricerca dovranno essere ubicate in una delle Regioni in ritardo di sviluppo o di transizione.

La ripartizione dei fondi tra le diverse aree scientifiche è così determinata:

  • Scienze della vita, 140 milioni di euro;
  • Fisica, Chimica, Ingegneria, 140 milioni di euro;
  • Scienze umanistiche, 111 milioni di euro.

Ciascun progetto, di durata triennale, può prevedere un costo massimo di 1,2 milioni di Euro e un numero di unità di ricerca compreso tra 1 e 6. Il finanziamento è assegnato all’Ateneo/Ente sede di ogni unità di ricerca. Possono partecipare tutti gli aventi diritto indipendentemente dal fatto che abbiano partecipato o meno al PRIN precedente. La gestione dei progetti prevede:

  • flessibilità in fase di esecuzione: sono soggette ad approvazione preventiva da parte del MIUR le sole varianti scientifiche relative alla modifica degli obiettivi del progetto, ma non le varianti tecnico-economiche;
  • portabilità in caso di trasferimento di sede dei responsabili di unità; valutazioni scientifiche intermedie, rese pubbliche dal MIUR;
  • relazioni scientifiche conclusive effettuate entro 90 giorni dalla conclusione del progetto.

Le domande possono essere presentare dal 15 febbraio al 29 marzo 2018.

Il bando e disponibile all’indirizzo: http://www.miur.gov.it/web/guest/-/bando-prin-2017 tramite il site dedicato del bando:

prin17.png

Annunci

Un pensiero su “Bando PRIN 2017: scadenza 29 marzo 2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...